Poliambulatorio del Pilastro: la riorganizzazione

2015-2-11_Poliambulatorio Pilastro 4

Bologna, 10 feb. – Il poliambulatorio del Pilastro resterà aperto. La riorganizzazione è stata illustrata ai cittadini in  un incontro informativo tenutosi  in gennaio nella Sala Grande del Circolo “La Fattoria” del Pilastro. Sono intervenuti Simone Borsari, Presidente del quartiere San Donato; la Dottoressa Giordani, Direttore delle Cure primarie e specialistica di San Donato-San Vitale; il Dottor Gabriele Cavazza, Direttore del distretto.
Borsari ha spiegato che l’apertura è garantita da un Protocollo d’intesa raggiunto tra Quartiere e Azienda USL.

La popolazione anziana del Pilastro sta  aumentando e questo presidio  è importante ; per questo Borsari ha espresso soddisfazione per l’accordo, che ha concretamente evitato la temuta chiusura dell’ambulatorio.
Questi i servizi che sono attualmente attivi presso il poliambulatorio:
-Servizio sociale territoriale e servizio educativo, con la presenza di Assistenti sociali ed educatori;
-un neuropsichiatra infantile ed una palestra per la terapia riabilitativa dei minori
-una logopedista
-un’ostetrica un giorno alla settimana per colloqui e corsi di preparazione al parto

Inoltre vi sono due medici di base che  svolgono attualmente la loro attività ambulatoriale all’interno del poliambulatorio Pilastro, ed è previsto il possibile ingresso di altri medici e pediatri di libera scelta. I muri esterni  del poliambulatorio saranno rinnovati e ridipinti.

E il pubblico….
A questo incontro erano presenti circa 40 persone, ed anche alcuni operatori del Poliambulatorio. Molti gli interventi e le domande, evidenziando l’interesse per l’argomento.

Un tema ricorrente è stato quello delle difficoltà di accesso alle cure ed all’assistenza sanitaria per gli anziani, che più ne hanno bisogno. L’ambulatorio Chersic di via Beroaldo, in cui si è concentrata la maggior parte delle attività, è sentito come difficilmente raggiungibile e mal collegato con gli autobus.

In particolare sono stati richiesti: il ripristino di alcune attività specialistiche precedentemente presenti nel poliambulatorio (cardiologo, oculista, dermatologia), i prelievi ematici e l’attività ambulatoriale infermieristica (terapia intramuscolare).
La dottoressa Giordani ha detto che per quanto riguarda la specialistica non sono previste possibilità di reintegro mentre per quanto riguarda la terapia intramuscolare e i prelievi ha detto che l’Azienda USL ha ben presente i problemi degli utenti e sta cercando formule e soluzioni per questi problemi.

Ingrid Negroni

foto Lino Bertone

riunione poliambulatorio

Annunci