Progetto Pilastro 2016: la ricerca del lavoro al centro

cantiere mediazione socialeAlle spalle di Federica e Matteo, che per il Progetto Pilastro 2016 coordinano il Cantiere sviluppo di comunità, si intravede il futuro Spazio di Vicinato, a breve sarà aperto. Siamo in Via D’Annunzio 19, al Pilastro. Matteo si occupa soprattutto di lavoro, Federica di incontrare le persone, ascoltarle e organizzare attività insieme a cittadini e cittadine.

Una semplificazione forse, ma serve per introdurci alla lunga chiacchierata che la Redazione Pilastro2016 ha fatto con loro qualche settimana fa. Ci raccontano la nostalgia degli anziani per il Pilastro di un tempo e la voglia dei giovani di mettere in campo le loro idee nuove.

Federica Gazzoli

Federica ci ha spiegato che appena lo Spazio di vicinato sarà aperto diventerà teatro di diverse attività che avranno come scopo principale quello di creare coesione sociale e integrazione tra le persone. L’11 aprile, sabato,  per esempio ci sarà una festa del baratto, al Centro Sociale Pilastro, di Via Dino Campana. Intanto federica e Matteo stanno incontrando le famiglie che abitano nelle vie Pirandello e D’Annunzio, negli stabili che verranno ristrutturati a breve. E’ l’occasione per raccogliere i bisogni ma anche le nuove idee da mettere in campo per costruire un nuovo Pilastro.

Matteo Sacchi

Matteo si occupa di inserimento lavorativo. Il bisogno di lavoro è enorme al Pilastro, forse ancora più forte che nel resto della città. Al Centro sociale di Via Dino Campana ogni martedì Matteo raccoglie curricula e aiuta chi arriva a strutturare meglio la sua ricerca di lavoro. Alcune realtà economiche collaborano al Progetto Pilastro 2016 offrendo opportunità di inserimento: con tirocini formativi o addirittura contratti. Il lavoro di Matteo consiste nell’intrecciare le richieste delle aziende con la formazione delle persone che al Pilastro cercano lavoro. Si parla di figure nel campo della ristorazione, della manutenzione di spazi verde o di edifici, di aiuto alle persone anziane. L’obiettivo finale sarà la creazione di un’impresa sociale nata da persone del Pilastro che diano servizi agli abitanti del Pilastro. E di questo si parla negli incontri del Cantiere di sviluppo di comunità, il prossimo sarà martedì 17 marzo, al Centro Sociale Pilastro.

Federica Gazzoli

Come reagiscono gli abitanti quando Federica e Matteo bussano alla porta? Dopo una prima sensazione di diffidenza, incontrano quella che definiscono “una bellissima diversità: dalla signora di 105 anni alla mamma africana, che si aiutano tra loro. Ma ci sono anche i conflitti e la mancanza di dialogo.” Proprio lì si concentra il lavoro di mediazione, che dovrà portare anche ad un nuovo regolamento condominiale.

Annunci