Tutti a tavola! Il pranzo itinerante

pranzo itinerante al PilastroErano sedici i commensali del pranzo itinerante  organizzato dal Gruppo del Gran Festival Internazionale della Zuppa domenica 22 marzo al Pilastro. Erano invitati  dallo staff di “mi cocina es tu cocina” e dagli osti e le ostesse del territorio.

pranzo itinerante al Pilastro

Ecco la cronaca da una invitata:

Ore 12: ritrovo in Via Tommaso Casini 8. Entriamo nella saletta condominiale, accolti da un gruppo d’inquilini delle Torri 21 e 18. Tanto cibo, vino, chiacchiere e allegria. L’atmosfera è conviviale. L’aria è quella della festa. In un attimo ci trasformiamo da perfetti sconosciuti in un chiassoso gruppo d’amici.  Tra noi c’è anche il Presidente di Quartiere Simone Borsari.

Ma un’ora trascorre in fretta. E’ tardi. Lo staff ci suddivide in due gruppi: il gruppo della forchetta e quello del cucchiaio. Attraversiamo di buon passo il Parco Pier Paolo Pasolini diretti (il gruppo forchetta) in Via Salgari 27 e (il gruppo cucchiaio) al 33. Sotto il portico del Virgolone ci dividiamo.

pranzo itinerante al Pilastro

Claudia ci apre la porta della sua casa con un gran sorriso. Il pranzo è ottimo. I suoi figli, la nuora e nipotini ci fanno assaporare la gioia della domenica in famiglia. Ma il tempo è tiranno. Già suona il telefono di Martina: ci avvisano che è giunta l’ora dello scambio tra i due gruppi. Ringraziamo gli straordinari cuochi, nonna Claudia e nipotino Alessandro, e scendiamo.

pranzo itinerante al Pilastro Il tragitto è breve. La giovane ostessa Ilaria ci aspetta davanti al civico 27. Entriamo in una saletta accogliente con un lungo tavolo attorno al quale prendiamo posto liberamente. Al centro, due pentoloni, contengono una squisita zuppa e di verdure e vellutata di carote. Parliamo del più e del meno come se ci conoscessimo da tempo. Attorno a noi, appesi al muro, tante foto, manifesti di vecchi eventi, ricordi del Pilastro. Si parla del tempo passato, del presente e delle speranze per il futuro. Ci sentiamo a casa. Ma di nuovo dobbiamo andare……

Ci aspettano agli Orti per il caffè. Questa volta siamo tutti assieme: commensali,osti, ostesse e staff. Per continuare questa bellissima domenica in allegria.

Testo di Lorenza Zullo

Foto di Lino Bertone

Annunci