Abbracci di Virgilio Sieni al DOM di Pilastro

16713263957_9fca6c3918_zAl Dom di Laminarie, due percorsi di Virgilio Sieni emozionano il pubblico. Altissima povertà, duetti con partigiani e giovanissimi e Abbracci, emozionati momenti di sguardo reciproco e di felice trasmissione di ciò che è depositato dentro il corpo, la memoria, il gesto, il modo di essere.

16713269777_90fab9d5bf_zAbbracci, coppie di anziani si dedicano all’abbraccio istruendoci sull’origine del gesto. Un lavoro fondato sulla pratica dell’incontro. Seduti l’uno di fronte all’altro, ogni tanto, in momenti non stabiliti, due anziani si abbracciano. Lo sguardo, la memoria, l’origine del gesto, l’abbraccio.

16894682586_33f28340c0_zAltissima povertà è un evento inedito tra giovanissimi e partigiani. Virgilio Sieni ha chiesto ad alcuni partigiani, persone che hanno vissuto gli anni della seconda guerra mondiale, di condividere con dei giovanissimi, bambini, adolescenti, lo sguardo, il volto, la tattilità che può emanare da un corpo che ha fatto quell’esperienza. Uno di fronte all’altro, alla ricerca di una tenue trasmissione di vita e bellezza, memoria e gesto contemporaneo. Sono azioni e incontri straordinari che il pubblico ha visitato e frequentato silenziosamente.16713286757_9841394921_zIl programma ospitato a DOM di Bologna da febbraio a maggio 2015 esplora i confini del teatro, indagandolo attraverso cinque dei suoi elementi costitutivi – ritmo, voce, gesto, materia e pensiero. Cinque unità di uno stesso elemento, cinque fessure e altrettanti artisti indagano da diversi punti di vista la misura del teatro, mostrandone la profondità, la capienza e il rigore della forma.

Ogni unità mette al centro l’opera di un artista.

Redazione Pilastro 2016

Foto di Lino Bertone

Annunci