Nuovi marciapiedi: se si pensano insieme sono accessibili

tour marciapiedi Pilastro

Tour dei marciapiedi del Pilastro per pensare a come renderli veramente accessibili a tutti. Lo hanno compiuto insieme tecnici del Comune di Bologna e cittadini e cittadine che fanno parte del cantiere Pilastro 2016, coordinato dal Centro Documentazione Handicap, dedicato proprio all’accessibilità. Presente anche l’Aias.

Insieme il gruppo di lavoro venerdì 24 aprile ha percorso marciapiedi, scivoli e attraversamenti pedonali per capire come pianificare al meglio i lavori di rifacimento e manutenzione che partiranno in maggio. In particolare due cittadine del cantiere hanno preparato, sulla base del progetto degli interventi del Comune, una mappatura che evidenzia le criticità e i cambiamenti necessari. Al  sopralluogo hanno partecipato anche rappresentanti della ditta che farà i lavori.

Roberto Parmeggiani, Presidente del CDH, spiega che si tratta davvero di una novità

Il sopralluogo si è rivelato utile per evitare errori nei lavori (per esempio uno scivolo come quello della foto, in Via Panzini, che non porta ad alcun attraversamento pedonale) e per pianificare al meglio. Altro frutto del lavoro: puntare l’attenzione sulle vie Casini e Campana che portano al condominio solidale in cui abitano diverse persone con disabilità che quindi spesso la percorrrono per esempio con carrozzine elettriche.


L’obiettivo finale è arrivare ad eliminare dai marciapiedi  buche e ostacoli di varia natura (come pali proprio in mezzo) per permettere a chi ha disabilità di ogni natura di muoversi al Pilastro in autonomia.

Annunci