I volti del Pilastro in mostra

Mostra Volti Pilastro

I volti del Pilastro. E’ questo il titolo della mostra fotografica che verrà inaugurata il 23 ottobre nella sede del Quartiere San Donato. L’autore dei 60 scatti è Lino Bertone, fotografo, abitante del Pilastro e redattore della Redazione Pilastro 2016. Il lavoro di raccolta è durato un anno.  Lino ha voluto illustrare la molteplicità di esperienze che nascono dal territorio: associazioni, gruppi informali di persone, gruppi di cittadini che danno vita a iniziative collettive che migliorano la vita degli individui e creano una ricchezza enorme fatta dalla relazione tra le persone.

Mostra Volti Pilastro

Scrive Lino nella introduzione alla mostra: “La mostra si propone di illustrare alla cittadinanza bolognese una serie di aspetti del Pilastro che spesso sfuggono all’osservazione e che sono invece la misura della grande ricchezza umana e sociale di questo territorio. Le foto sono dedicate a tutti gli abitanti del Pilastro; in particolare, a quanti si sono impegnati e si impegnano quotidianamente nel dare vita a tutte queste molteplici realtà: i volti del Pilastro“.La raccolta delle immagini è durata un anno, in parte stimolata dal lavoro alla Redazione Pilastro 2016 ma soprattutto dai tre anni di volontariato che Lino ha trascorso al Circolo La Fattoria, istituzione storica di questo quartiere, e dalla partecipazione alle attività coordinate dal Tavolo di Progettazione Partecipata che ha riunito negli scorsi anni gran parte delle Associazioni della zona, per la realizzazione di progetti e manifestazioni comuni.

Mostra Volti Pilastro

“Queste esperienze che mi avevano messo a stretto contatto con i responsabili delle varie associazioni si sono rivelate preziose nel momento in cui ho manifestato loro la mia intenzione di realizzare un servizio fotografico” ci spiega Lino. “E’ una grande soddisfazione vedersi aprire le porte di scuole, palestre, ospizi, luoghi di culto con totale disponibilità e cordialità. Devo un grande grazie a tutti coloro che mi hanno dato fiducia, aprendo le strutture di cui sono responsabili”. “Molti anni fa lessi un romanzo di Manuel Scorza, intitolato “Storia di Garabombo, l’invisibile”. Nel tipico stile estremo di questo scrittore, il protagonista (una specie di Robin Hood peruviano) veniva descritto come padrone dell’arte di diventare invisibili, cosa che ne aveva fatto una figura leggendaria. Da allora ho riflettuto spesso su cosa volesse esprimere il paradosso di Scorza; l’ho ritrovato in letteratura (Starnone), nel cinema (Ferro 3 di Kim Ki-Duk).

Mostra Volti Pilastro

In fondo, mi sono detto, capita un po’ a tutti, a volte, di sentirsi assurdamente invisibili agli altri oppure di avere davanti agli occhi cose che non riusciamo a vedere. Nei reportages fotografici, mi trovo spesso in mezzo ad esigenze contrapposte: da una parte, amo stabilire un contatto diretto con le persone che sto per fotografare presentandomi e dichiarando le mie finalità: non mi piace sembrare uno che spia dal buco di una serratura. Dall’altra, invece, cerco di non influenzare in nessun modo la scena di vita che ho davanti, la sua spontaneità e sono queste le volte in cui mi sforzo di diventare letteralmente “invisibile”. Ho imparato una cosa: non conta se l’obbiettivo della macchina è puntato su di una persona. Quello che conta è la direzione del mio sguardo; è questo che può creare o evitare l’imbarazzo. Distogliere lo sguardo, portarlo lontano, adeguarsi ai tempi della gente e delle loro azioni, allo svolgersi delle situazioni senza forzature, possono essere tutti accorgimenti validi per acquistare… invisibilità. L’esperienza al Pilastro, sotto questo profilo, è stata particolarmente positiva. Anche grazie all’appoggio dei responsabili delle Associazioni che mi hanno ospitato, non ho avvertito alcuna situazione di disagio, di tensione, di insofferenza durante

Mostra Volti Pilastrole riprese. E’ solo grazie a questo clima disteso che il lavoro ha potuto svilupparsi e realizzarsi pienamente.”

La mostra sarà inaugurata nella Sala Consiliare Vinka Kitarovic presso la sede del Quartiere San Donato a Bologna il 23 ottobre 2015 alle ore 18:00 e resterà esposta al pubblico fino al 20/11. L’ingresso è libero.

Orari: lun. merc. ven. 8:15 – 13:00;  mart. gio. 8:15 – 17:30;  sab. dom. e fest. chiusa

Annunci

Un pensiero su “I volti del Pilastro in mostra

I commenti sono chiusi.