Cosa farebbe Pier Paolo Pasolini nel Parco Pasolini?

Pasolini
A  40 anni esatti dalla sua tragica ed ancora oscura morte, l’Italia tutta sta riparlando di Pier Paolo Pasolini. Uno dei più estesi parchi di Bologna è proprio intitolato a lui e si trova al Pilastro. Una scelta felice, questo nome, forse non casuale: Pasolini amava le periferie e le frequentava; ha conosciuto e stretto legami con  gli abitanti delle borgate romane  allora in via di rapida espansione, proprio come il Pilastro. Chissà quanti dei tanti che quotidianamente frequentano questo parco sanno qualcosa di lui?

Quanti giovani, nati dopo la sua morte, conoscono le sue opere-poesie, scritti, film?

E chissà cosa direbbe Pasolini del “suo ” parco, se anche qua ambienterebbe uno dei suoi film, come già fece nelle periferie romane, scegliendo come attori proprio alcuni abitanti di queste zone? Una cosa però credo si possa dire con certezza,  sentendo i racconti di chi l’ha conosciuto di persona….

Se Pasolini si trovasse nel Parco Pasolini, la prima cosa che farebbe è cercare un pallone e giocare un’appassionata partita di calcio

di Ingrid Negroni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci