La strage del Pilastro: tanti cittadini insieme per ricordare

strage pilastro 25 anni

C’erano molti cittadini alla commemorazione della strage del Pilastro, 25 anni dopo l’uccisione di tre carabinieri da parte della banda della Uno bianca, il gruppo criminale animato da poliziotti in servizio alla Questura di Bologna che, fra il 1987 e il 1994, uccisero 24 persone e ne ferirono un centinaio.

strage pilastro 25 anni

Quest’anno la messa nella chiesa di S. Caterina per ricordare i militari assassinati dai fratelli Savi il 4 gennaio del 1991 è stata celebrata dall’arcivescovo Matteo Zuppi, che nell’omelia ha voluto ricordare tutte le vittime della banda, a partire dai due operai senegalesi uccisi in un agguato, quello stesso anno, a S. Mauro Mare.

Dopo la funzione religiosa, in una chiesa riempita da alcune centinaia di persone e alla presenza fra gli altri del sindaco e della vicepresidente della Regione, il ricordo si è spostato dall’altra parte della strada, nell’area verde su via Casini in cui si trova il cippo che indica il luogo della strage.

Alcune persone che vivono o lavorano al Pilastro ricordano il clima di 25 anni fa, la sorpresa e il dolore di scoprire che la banda era composta da agenti di polizia, il sollievo quando i criminali furono fermati. Ecco alcune interviste ai cittadini.

 

 

Foto di Lino Bertone

Annunci