Studentessa muore tra le fiamme nel suo appartamento

Una ragazza di 25 anni, studentessa universitaria, è morta nell’incendio scoppiato ieri sera nel suo appartamento in via Trauzzi. Nella casa sono state trovate alcune lettere. Secondo gli inquirenti si tratta di suicidio.

L’allarme è scattato ieri, dopo che i vicini hanno visto il fumo uscire dalla finestra della cucina. L’intero palazzo e il civico accanto sono stati evacuati dai vigili del fuoco. Sul posto sono arrivati anche la polizia scientifica, il pm di turno Beatrice Ronchi, il procuratore aggiunto Valter Giovannini e il medico legale Sveva Borin. Una vicina ha raccontato di aver visto la ragazza entrare nell’edificio con una tanica, poi ritrovata vicino al suo corpo. Secondo gli investigatori, ha bevuto della candeggina, poi si è cosparsa di benzina e si è data fuoco con un accendino. Abitava lì da sola, con un cagnolino salvato dai pompieri. La madre si era trsferita in Svizzera per cercare lavoro ed è rientrata nella notte, appena è stata avvisata dell’accaduto.

Le lettere trovate in casa farebbero pensare a una depressione, ma non risultano cure continuative. In un biglietto trovato accanto al cadavere, la ragazza, di origini salernitane, chiede perdono a chi le sta vicino “per il dolore che arrecherà”.

Annunci