Teatro sociale al Pilastro con la compagnia PlayBack Theatre

playback tag

Il teatro sociale arriva al Pilastro, in scena la compagnia PlayBack Theatre insieme alle storie del pubblico e al territorio. Accadrà sabato 16 aprile, giornata intensa e densa di eventi, in cui la Festa della Collaborazione Civica del Comune di Bologna si intreccerà con la Festa della #PrimaveraPilastro2016. L’appuntamento è per le ore 17, il titolo della perfomance è “Stiamo più vicini?”. Ma cosa accade durante le performance? Lo abbiamo chiesto alla co-fondatrice Barbara Costantini per capire com’è nata la compagnia e in cosa consiste il tipo di performance.

La compagnia Open Playback è nata nel 2006 e i componenti non sono gli stessi da quando sono partiti perchè “l’idea è di crescere nel tempo e rimanere aperti ai nuovi arrivi ed è per questo che abbiamo stimoli, perché chi entra porta linfa vitale” E’ una compagnia di una decina di persone, tra performer, musicisti, conduttori, con la speranza di crescere.

Il PlayBack Theatre è una forma di teatro sociale perchè è “al servizio del pubblico, senza pubblico non c’è PlayBack”: durante lo spettacolo- spiega Barbara Costantini- c’è la prima fase ” di riscaldamento”, si cerca di conoscersi meglio, restando su un livello giocoso, per rompere il ghiaccio. Dopo questa fase il pubblico resta al centro proprio perché la compagnia mette in scena le storie narrate dagli spettatori e cioè “un’ improvvisazione di storie reali, per stare più vicini”,  non a caso il titolo dunque.

Il tipo di spettacolo che propone la compagnia può variare, a volte il contesto è molto chiaro e delineato: “abbiamo lavorato ad esempio in un centro di formazione e il pubblico era formato da progettisti che avevano lavorato per un progetto europeo”. Ma ci sono anche contesti aperti, non definiti, come il teatro della Montagnola, dove il tema lo si decide al momento, in modo da coinvolgere tutti, “la comunità è quella che si forma al momento”.

Nel caso del Pilastro lo spettacolo sarà connotato dal tema del territorio, ma potrebbero venire persone da altre parti, e anche tra persone dello stesso territorio le storie potrebbero essere molto differenti a seconda anche delle fasce socio-culturali.

Ma chi partecipa agli spettacoli è sempre aperto e disposto a raccontare la propria storia? “Se si incontrano persone timide”, racconta Barbara Costantini, “la fase di preparazione sarà più lunga, la compagnia è formata da persone esperte in relazioni, che hanno proprio il compito di spronare i timidi e inoltre, una volta che il primo ha raccontato la propria storia, c’è sempre un effetto di risonanza e di empatia.

“Siamo molto contenti per il 16 aprile al Pilastro, lo dico a nome di tutta la compagnia”, conclude Barbara.
Sabato 16 aprile alle ore 17 in via Pirandello 24, nella Casa di Comunità, la performance di PlayBack Theatre vi aspetta con lo spettacolo “Stiamo più vicini?”. L’evento è gratuito ma lo spazio è limitato. Le iscrizioni si raccolgono allo Spazio di Vicinato, via D’Annunzio 19/A, Bologna; mail: pilastro.bo@gmail.com

foto da Open PlayBack Compagnia di PlayBack Theatre

Annunci