Divieto di sosta notturna nei parcheggi del Pilastro

pilastro-earth

Divieto di sosta di notte nei parcheggi dei campi sportivi e in via Ada Negri. I nuovi provvedimenti del Comune di Bologna prevedono che non si possa parcheggiare dalle 0 alle 7 nei parcheggi del campo di calcio, di baseball e della palestra e nel parcheggio di via Ada Negri che dà sul parco Pasolini. Di giorno non si potrà sostare per più di tre ore.

Ce ne ha parlato l’assessore Riccardo Malagoli: “E’ un provvedimento che abbiamo messo in campo per cercare di arginare quello che tutti i cittadini del Pilastro vedono come un problema, cioè lo stazionamento di camper che hanno dei comportamenti non propriamente urbani”. Ma nelle vie accanto ai parcheggi, lo stazionamento sarà possibile? “Noi stiamo verificando, anche perché abbiamo un codice della strada molto rigido sul tema della sosta.  Vogliamo capire se quella zona, che è una zona 30, può essere interdetta allo stazionamento dei camper, ma dobbiamo fare ancora qualche verifica tecnica.” Malagoli ci ha parlato della difficoltà di contenere lo stazionamento di lungo periodo di veicoli che sono comunque in regola, ma non esclude che possano essere messi in campo nuovi provvedimenti.

Abbiamo ricordato all’assessore il caso di famiglie presenti sul territorio con bambini che vanno a scuola e che si comportano correttamente: “L’importante è che si comportino correttamente”, ha rimarcato Malagoli, “mentre qui abbiamo segnalazioni di occupazione del territorio in cui si lasciano anche rifiuti in giro… C’ è una corona centrale del Pilastro, lungo il perimetro esterno del Pilastro, in cui si può parcheggiare tranquillamente, avendo dei comportamenti corretti, che non danno fastidio agli altri. E’ il rispetto degli altri che fa la differenza.”  Infine abbiamo chiesto a Malagoli se il Comune di Bologna si doterà in futuro di un’area di parcheggio camper: “Su questo stiamo lavorando, anche con la Regione, soprattutto i miei colleghi ci stanno lavorando….”. E il riferimento è agli assessori che hanno nelle loro competenze il problema, come per esempio l’assessorato ai Servizi Sociali.

La richiesta di intervenire era giunta anche dal Quartiere San Donato, nell’odg 22/2016, in cui si chiedeva al Sindaco e alla Giunta comunale di intervenire per il “ripristino della legalità e del decoro nelle aree del Pilastro dove sostano abitualmente i camper abitati dai nomadi”.

“Abbiamo visto che la situazione di giorno in giorno peggiorava” ci spiega il Presidente di Quartiere Simone Borsari, “vengono scaricati rifiuti anche nell’area verde, dove passano molte persone e giocano i bambini”. Il problema quindi, per Borsari, “non è tanto la sosta, quanto il comportamento delle persone dei veicoli in sosta”. Il divieto di sosta è quindi “un primo passo avanti, ma vanno garantiti più controlli in grado di sanzionare nel caso l’ordinanza venga disattesa”.
Il Quartiere, nell’ordine del giorno della seduta del 12 aprile, chiede anche di valutare “la posa di limitatori di sagoma” nei parcheggi. “Magari apribili nei casi di eventi sportivi” suggerisce il presidente di Quartiere.
Borsari sottolinea l’importanza di un’opera di sensibilizzazione che coinvolga anche le persone che vivono in camper, perché “tenere pulita la propria casa e i luoghi in cui si sta insieme è interesse di tutti”, soprattutto se si tratta di famiglie con bambini che frequentano le scuole del Pilastro e quindi abitanti del rione stesso. “Ma dove non arriva a segno l’attività di sensibilizzazione deve arrivare la sanzione”.

 

Annunci