Danzare, comunque!

Danziamo insieme AIAS

Danziamo insieme è il titolo che l’associazione AIAS ha scelto per l’evento di giovedì 19 maggio: una lezione aperta di movimento creativo per persone disabili e non. E’ il frutto di un laboratorio che si tiene ormai da tre anni insieme alla coreografa Simona Santonastaso. L’appuntamento è alle 17 al Condominio Vis di via Campana 3-51, prima con una lezione per i bambini e poi per gli adulti.  Ne abbiamo chiacchierato con Cristina Campagnoli, di AIAS Bologna.“L’appuntamento di giovedì”, ci ha spiegato Cristina, “sarà un momento in cui i bambini che abitano nel contesto del condominio Vis e nei dintorni possono venire e provare a mettersi in gioco con questa modalità di approccio alla musica e al movimento del corpo. Poi ci sarà il momento per gli adulti.”

AIAS Bologna

AIAS è una associazione che si occupa di persone disabili, nata nel 1962 a Bologna da alcune famiglie, “per avere più forza e qualche diritto in più”, ha precisato Cristina. Da allora AIAS lavora a Bologna dove gestisce tre centri diurni, un centro residenziale e l’assistenza domiciliare. Promuove diversi laboratori, da uno di questi è nata l’esperienza sul movimento creativo, in particolare da un progetto che puntava a sconfiggere l’isolamento dei ragazzi disabili quando terminano il ciclo scolastico. La loro esigenza è stare con i coetanei, poter formare un gruppo di amici. “Così è nata l’idea di fare laboratorio di movimento creativo, che significa mettere in campo le possibilità di ognuno a prescindere dalla disabilità. Coadiuvati dalla coreografa Simona Santonastaso, ci siamo specializzati nell’andare a ricercare le parti del corpo che magari per abitudine si erano assopiti. La nostra danza è una danza creativa in cui ognuno mette in campo le proprie possibilità come riesce e come gli piace fare”.

L’insegnante dà solo delle indicazioni e ognuno le interpreta. E’ un’attività che ha avuto decisamente successo se il gruppo partito con sei elementi ora raccoglie 17 persone disabili da 23 anni a 63 anni. “Alla fine della lezione sono tutti sudati e soprattutto si sono molto divertiti, c’è uno scambio di chiacchiere, si è creato un gruppo di amici”, ci ha raccontato Cristina. Una volta al mese il gruppo è sostenuto nel suo percorso anche da nove ballerini della compagnia di danza Kairos, con cui affrontano cose più difficili. Con loro il 13, 14 e 15 giugno ci sarà uno spettacolo alla Sala Centofiori di Bologna.

Nel Condominio Vis, che accoglierà le lezioni aperte del 19 maggio,  vivono persone con disabilità, è un progetto di residenzialità temporanea, in cui gli abitanti restano da 6 a 24 mesi per poi essere traghettati verso altre soluzioni più definitive.

Annunci