“Non è giusto rubare a scuola perchè lì ci sono le cose di tutti”

Dscf1037
Studenti, genitori, insegnanti…tutti sono stupiti ed arrabbiati davanti all ‘insopportabile furto avvenuto nella loro scuola, le Medie Saffi. La scorsa settimana, in orario notturno, dei ladri si sono introdotti nell’interno della scuola ed hanno svuotato l’aula 3 di tutto il materiale informatico in essa contenuto: compiuter, server, iPad, la telecamera.

Al di là dell’ ingente valore commerciale dei materiali trafugati-ipotizzato in non meno di ottomila euro-, fa veramente male al cuore sapere quanto questi strumenti fossero importanti per la didattica .Il materiale informatico custodito nell’aula 3 costituiva un elemento di orgoglio per le Saffi, un  capitale faticosamente messo insieme dalla volontà e determinazione di insegnanti e genitori e recentemente inaugurato proprio all’inizio di questo anno scolastico.
Ma dopo lo stupore, la rabbia e la delusione, gli insegnanti subito hanno reagito dicendosi non intenzionati a demordere dal loro progetto iniziale e di essere pronti a ricominciare per ricostruire questa eccellenza.Gli studenti, per elaborare il vero e proprio  trauma costituito da questo ignobile furto, sono stati invitati a scrivere le loro sensazioni e nessuno meglio di loro esprime il danno morale subito: “non è giusto andare a rubare a scuola perché lì ci sono le cose di tutti” …”siamo arrabbiati perché ci hanno tolto un mezzo per studiare ed imparare cose nuove”…

 

Annunci