Le more del Distretto Pilastro Nord Est

more

La nostra redattrice-cittadina Ingrid Negroni al lavoro va in bicicletta. E si sa che così si vedono cose che gli automobilisti non vedono… Ecco cosa ha trovato:
Eh sì, non saranno quelle di montagna doc, ma anche qui ho trovato le more.  Il mio occhio allenato da alcuni mesi ha individuato dei rovi di more a pochi passi dal Meraville. Nei miei quotidiani itinerari ciclistici casa-lavoro, sorvegliavo lo stato di maturazione delle more e ieri sono entrata in azione.

Via della canapa, tra via Quarto di sotto e via delle Viti, dove c’è il centro di smistamento Hera: è una via semiabbandonata,  dove non abita nessuno e viene usata in prevalenza dai ciclisti per evitare un pezzetto di via San Donato. Spesso ci trovi i fagiani ed una volta anche un coniglio, non credo fosse una lepre, con 2 coniglietti.
Bene, in questa via delimitata da rovi mi sono trattenuta per un’ora e sono riuscita a raccogliere quasi un chilo di more in un assolato pomeriggio agostano. La San Donato, pur così vicina, mi rimandava i rumori delle auto, passava qualche ciclista.
Non sono comunque la prima … qualcuno è già passato a raccogliere… ora non mi resta che preparare due sudati vasetti di preziosa marmellata.

di Ingrid Negroni

Annunci