Grande festa per i 50° della parrocchia del Pilastro

foto-lino-bertone-50parrocchia-101Il ‘quartiere’ Pilastro ha 50 anni. Anche la Parrocchia di Santa Caterina al Pilastro ha 50 anni. La comunità parrocchiale è nata assieme al quartiere.

All’inizio erano 2 capannoni. Oggi è la Chiesa, al centro del quartiere, che testimonia il cammino delle donne e degli uomini che fin da quel lontano 1966 hanno popolato questi palazzi e che – in una successione senza soluzione di continuità – arrivano fino a questo 2016. Una comunità di fede, di testimonianza, di solidarietà che ha festeggiato nei giorni 30 – 31 ottobre i suoi 50 anni.

La festa si è aperta con le note dei clarinetti, delle trombe, degli strumenti musicali della BANDA ROSSINI che ha attraversato, nel pomeriggio del 30 ottobre, le vie e la piazza del quartiere. I canti – regionali e nazionali – hanno abbracciato idealmente tutte le nazionalità ed etnie presenti sul nostro territorio: oltre 45! Il Pilastro si presenta come un vero ‘crocevia’ di popoli, intreccio di nazioni nel variegato mondo di oggi!

Il balletto delle ragazze dello Sri Lanka nel piazzale di fronte alla biblioteca Luigi Spina, luogo storico e simbolo di cultura e di integrazione, ha davvero illuminato, assieme al sole autunnale, i volti, le case, le strade di tutto il quartiere con i colori, i suoni, la poesia, la grazia che ha sprigionato la danza di queste splendide danzatrici.

Il pomeriggio è proseguito al Palazzetto con la proiezione di un video d’epoca: l’affidamento della comunità di S.Caterina al Pilastro al 1° parroco, don Emilio, da parte del Cardinal Giacomo Lercaro, Arcivescovo di Bologna, il 1° novembre 1966. Si è poi chiuso con un rinfresco, in collaborazione con l’Associazione “Mastro Pilastro”, con degustazione di piatti tipici delle varie regioni e dei vari paesi.

Il 31 ottobre, Monsignor Matteo Zuppi – presente quest’anno, per la quarta volta al Pilastro, nella sua nuova carica di Arcivescovo di Bologna – ha concluso i due giorni di festa con la celebrazione della Messa solenne assieme ai sacerdoti e ai cappellani.

L’Arcivescovo di Bologna, nel saluto inviato al Parroco Don Marco e a tutta la comunità, ha descritto la comunità stessa come “una carovana di umanità, di volti, esperienze, progetti, speranze e delusioni, gioie e fatiche di vita vera, perché l’amore di Dio e quello della Chiesa entra in contatto con la nostra realtà, non ne resta fuori!” E traccia una strada maestra: “E’ finito il tempo di preoccuparsi per l’edificazione della Chiesa di pietra, ma non finisce mai il tempo per darsi da fare nella costruzione della comunità di pietre vive!”

La storia e la vita della comunità di Santa Caterina al Pilastro sono state ricordate in un volume (che può avere chiunque lo richieda) dal titolo:

Il cammino di questi 50 anni-Tasselli per un mosaico

Testo di Anselmo Alberti – foto di Lino Bertone

 

Annunci