E’ l’Hera delle stazioni ecologiche

se2

A Bologna Hera gestisce 4 stazioni ecologiche, di cui una è proprio dietro il Meraville, in Via delle Viti.

Siamo andati a visionarla per capire in modo più diretto come funziona, per continuare ad informare i nostri lettori su come adempiere facilmente alla regola delle quattro erre dei rifiuti.
Un vivace via vai di auto, furgoni e camioncini, decisamente strano in questa strada quasi di campagna, ci testimonia di quanto sia frequentata la stazione ecologica. Effettivamente gli operatori che presidiano quotidianamente questa centrale di raccolta ci confermano questa impressione: i cittadini che conferiscono qua una parte dei propri rifiuti è in progressivo aumento, si parla di 80 accessi medi nei giorni feriali che aumentano nei giorni prossimi alle festività; nel periodo natalizio si sono raggiunti i 120 accessi al giorno. Gli operatori Hera costantemente presenti sono due.

Mentre parliamo con uno di loro, le auto arrivano, scaricano i propri rifiuti, che vengono pesati. Poi, con dei carrelli, vengono portati in un capannone attiguo dove ci sono varie grandi aree di stoccaggio per i diversi tipi di materiale.

REDAZIONE “Cosa porta la gente alla stazione ecologica?”

OPERATORE HERA: “Di tutto: grandi elettrodomestici e mobili, materassi, materiale edilizio di scarto, sanitari, svuotamento di cantine, sfalci e potature…”

R:”Perché portare direttamente in discarica questi materiali?”

O:”Per diversi motivi: il cittadino, conferendo i materiali in discarica con propri mezzi, ottiene il diritto ad uno sconto sulla tassa dei rifiuti. Questo sconto è proporzionale al peso dei rifiuti portati. Infatti i rifiuti, prima di essere depositati, vengono pesati. L’ identificazione del portatore viene fatta attraverso la tessera sanitaria che contiene il codice fiscale. Sulla bolletta è indicata la detrazione accumulata.

stazione-ecologica-1

R: “Quindi, per conferire i rifiuti in discarica, è necessaria la tessera sanitaria di colui a cui è intestata la bolletta?”

O: “ Sì, o la tessera sanitaria o, in alternativa, la bolletta della TARI (La tassa dei rifiuti)che contiene un codice a barre. Questo garantisce lo sconto sulla TARI dell’anno successivo.”

R:”I rifiuti possono essere conferiti da tutti in discarica?

O: ”No, solo dai residenti del Comune di Bologna.”

R:”Socialmente, qual è il vantaggio della raccolta nelle stazioni ecologiche?”

O: “Secondo quanto scrive il sito dell’Hera: le stazioni ecologiche integrano le raccolte stradali o domiciliari e rappresentano l’opzione ambientale più sostenibile e di minore impatto per la raccolta dei rifiuti urbani.

Presso le Stazioni Ecologiche il cittadino può conferire gratuitamente tutti quei rifiuti urbani che, per tipologia e/o dimensioni e/o peso, non possono essere raccolti con il servizio ordinario,”

ORARI DI APERTURA

Lunedì, mercoledì, venerdì , sabato 8.00-19.00

Martedì e Giovedì 8.00-13,30

Domenica 9,30-12,30

 

MATERIALI CONFERIBILI

Abiti usati, batterie ed accumulatori al piombo, bombolette spray, carta, cartone, contenitori di prodotti chimici domestici vuoti (T/F), Filtri olio motore, lattine , legno (pallets, mobili),medicinali scaduti, oli minerali, oli vegetali, pile esauste, plastica, pneumatici senza cerchione, polistirolo, scarti vegetali (sfalci e potature), scarpe, termometri a mercurio, tessuti, toner, vetro (bottiglie e damigiane)

RAEE: Rifiuti da Apparecchi Elettrici Elettronici (lavatrici, lavastoviglie, forni da cucina, frigoriferi, condizionatori, congelatori, telefoni cellulari e accessori, stampanti, fax, ferri da stiro, scope elettriche, computer, TV)

RAEE: sorgenti luminose (lampade ai vapori di mercurio, ai vapori di sodio, a basso consumo, neon, alogene e led)

Rifiuti inerti e sanitari (wc, lavabi e lavandini, calcinacci da piccoli lavori domestici, ecc.)

Rottami metallici (scaffalature, reti letto, ecc.)

RUP (farmaci scaduti, cosmetici, pesticidi, solventi, vernici, inchiostri, detergenti, igienizzanti, smalti e vernici)

se5

Testo e foto di Ingrid Negroni

Annunci