Multiculturalità e divertimento, ecco i vincitori del Festival della Zuppa 11bis

IMG_0009

Al festival della zuppa 11 bis hanno sicuramente vinto la multiculturalità  e il divertimento

I vincitori dei primi premi si sono infatti contraddistinti per l’aspetto etico e multiculturale delle zuppe proposte e del team gastronomico.
Dopo attenti assaggi e lunghe riflessioni, la Giuria di qualità ha assegnato l’ambito Mestolo d’oro alla zuppa n. 45 “Baobab experience – una zuppa senza confini”, risultata vincitrice anche del Festival della Zuppa di Roma che si è svolto qualche settimana fa presso La Città dell’Utopia; la squadra di provenienza romana e multiculturale è formata da volontari che si occupano di accoglienza e diritti dei migranti.


Il Mestolo d’argento è andato alla zuppa n. 13 di ispirazione “potteriana” chiamata “Pozione Polizuppa” (direttamente dalla repubblica autonoma di Fondazza), mentre il Mestolo di bronzo è andato alla zuppa “Smarmellina” (n. 58).

La Giuria Popolare, dopo aver affollato le colorate cabine elettorali predisposte, ha proclamato vincitrice del Mestolo d’oro la zuppa n. 54 “Samba de coco”, d’ispirazione brasiliana e multiculturale; il secondo posto è stato assegnato alla zuppa n. 50 Iaco Gipsy Zuppa ed il terzo alla zuppa n. 7 “50 mestolate di nero”. Quest’ultima ha inoltre ricevuto il premio speciale in onore di Sergio Guastadini per il Miglior spirito di squadra. Tra gli ingredienti della zuppa “50 mestolate di nero”: cavolo nero e fagioli neri, radicchio, riso venere, patate e carote.

Tanta la gente arrivata in Via Salgari per l’occasione, che ha festeggiato e assaggiato le zuppe in gara tra musica, balli, colori e allegria.
Ecco una vivace gallery della giornata:

 

 

Foto di Chloy Vlamidis

 

Annunci