Intervista a Paola Mattioli: poetessa sensibile ma guerriera

Qualche tempo fa abbiamo pubblicato alcune poesie di Paola Mattioli del Laboratorio di Parole , tratte dal suo secondo libro “Al di là del cielo” edito da Pendragon.
Quando sono andata alla presentazione della sua terza raccolta di poesie : “A piccolo passi”, mi hanno colpito subito la sua capacità di comunicare e la sua personalità forte e magnetica, nonostante la sensibilità che traspare dalle sue poesie.
Sensibile ma guerriera, “poetessa manager”, Paola Mattioli ha già in agenda  numerosi appuntamenti e progetti per l’anno prossimo, tra cui un romanzo in uscita sulla seconda guerra mondiale, che dovrebbe partecipare al festival della Storia e un altro libro di poesie (ne scrive uno all’anno).

Dopo aver ritrovato alcune poesie scritte nella sua giovinezza, Paola Mattioli ha mosso i suoi primi passi come poetessa grazie al Laboratorio di Parole, dove ha potuto coltivare e riscoprire le sue potenzialità poetiche. Ecco in una frase, che ne sintetizza le sue caratteristiche, come si racconta al nostro blog:

Mi dicono che sono molto empatica e diretta, mi chiedono spesso di leggere le poesie perchè quando le leggo la gente si emoziona”.

Nell’intervista oltre a parlare di sè e di come ha cominciato a scrivere, dà alcuni suggerimenti su come promuovere le poesie e un piccolo assaggio dei suoi scritti, leggendo e commentando “Donne“, una poesia contenuta nel suo ultimo libro “A piccoli passi”.

Presto daremo altro spazio alle sue letture, per ora buona visione…

Testo di Chloy Vlamidis

Intervista a cura di Chloy Vlamidis e Barbara Caporicci 


Pagina Facebook
Vetrina Poetica di Paola Mattioli
Canale YouTube
https://www.youtube.com/channel/UCLIfdViM02yep5tgPEF1RrQ

Clicca qui per la biografia

 

 

 

Annunci