Mi conviene fare domanda per i corsi per lavorare a FICO?

E’ ormai certo, in autunno apre Fico Fabbrica Italiana Contadina Eataly World, nell’area CAAB. La campagna pubblicitaria è avviata su giornali e fiere specializzate, si conoscono i nome dei ristoranti stellati che vi si insedieranno e da alcune settimane la Regione Emilia Romagna ha comunicato quali corsi sono stati approvati per formare il personale che verrà assunto, a seguito del superamento della prova finale del corso.

Al Pilastro molte persone sono disoccupate o non hanno un lavoro stabile e qualificato. Per questo motivo l’Associazione Mastro Pilastro, sostenuta dall’Agenzia di Sviluppo del Distretto Nord Est, sta organizzando azioni di affiancamento o consulenza per coloro che desiderano fare domanda ai corsi di qualificazione finanziati dalla Regione Emilia Romagna. Bisogna presentare domanda entro il 12 maggio, i corsi fino ad ora pubblicizzati  sono 11 per un massimo di 160 posti e tanti si chiedono se conviene e se vale la pena di fare un corso di tre mesi con stage gratuito rischiando di non essere assunto.


Continua a leggere

Dichiarazione dei redditi precompilata: le informazioni utili

Avvicinare il Fisco alla collettività attraverso una serie di incontri d’informazione fiscale in tema di 730 precompilato. Questo l’obiettivo degli appuntamenti previsti nei mesi di aprile, maggio e giugno, tra i funzionari delle Entrate e i cittadini bolognesi nelle sedi di quartiere, per illustrare in cosa consiste il servizio, a chi è rivolto e quali vantaggi offre. Per il nostro territorio l’incontro si terrà domani 26 aprile alle ore 18 nella sala Consigliare del Quartiere in Piazza Spadolini 7.
Il nuovo ciclo di incontri promosso dall’Agenzia delle Entrate Emilia-Romagna e dal Quartiere S. Donato e S. Vitale, ha l’obiettivo di offrire ai contribuenti informazioni utili e assistenza sulla dichiarazione dei redditi precompilata, oltre che per far conoscere chi sono e come lavorano i dipendenti dell’Agenzia delle Entrate.

Continua a leggere

Biblioteca Spina comunica

Dall’inizio di quest’anno, una volta al mese, la Biblioteca Spina comunica le proprie iniziative ed attività con una newsletter semplice, ma stimolante. In una facciata veloce da leggere, si può conoscere la data e le caratteristiche dei laboratori e degli eventi. Per chi è interessato si clicca sul titolo ed appare la pagina completa con la notizia in dettaglio. È uno strumento utile e facile da utilizzare e per iscriversi basta cliccare sul link  http://www.bibliotechebologna.it/articoli/58704/offset/0/id/90127 e digitare il proprio indirizzo di posta elettronica. Buona lettura a tutti

Aiutiamoci ad aiutarli: i servizi sociali per gli anziani

servizio-sociale-anziani-bologna

Che fare, dove andare, a chi rivolgersi e cosa si può ottenere quando, con l’avanzare dell’età , aumentano i bisogni di aiuti, per noi o per uno dei nostri cari?

Sono quesiti che si pongono quotidianamente in molte famiglie.
Per cercare di rispondere a queste domande e informare i cittadini interessati gli assistenti sociali del Quartiere San Donato- San Vitale tengono periodici incontri collettivi.

Sono stata ad uno di questi incontri, al Centro sociale della Croce del Biacco.  Riferirvi tutto quanto è stato detto dai tre assistenti sociali presenti non è possibile, ma proverò comunque a dare alcuni riferimenti.

Il Coordinatore degli Assistenti sociali ha introdotto l’argomento spiegando la motivazione divulgativa degli incontri, a cui in genere seguono colloqui individuali personalizzati per esaminare ogni singola situazione e possibilità di intervento.

Partiamo subito parlando di economia, che pare non c’entri tanto con l’assistenza e le cure ed invece conta, come ben si capisce quando si ha bisogno di assistenza. Le risorse economiche che l’ Amministrazione Comunale mette a disposizione per il servizio anziani non sono diminuite quantitativamente, il che è positivo considerando i tagli alla spesa degli enti locali che ci sono stati. Il problema è che però, con l’avanzare dell’età media della popolazione, aumenta anche la richiesta degli anziani , per cui ci vuole impegno per garantire gli stessi servizi. Continua a leggere

Riuso: al mercato di Piazza Grande nuova vita per tutti gli oggetti conferiti

mercato_giradischi

“Facciamo di tutto perché non si butti niente”.
Questa è la filosofia alla base dell’opera di Piazza Grande l’Associazione fondata molti anni fa dai senzafissadimora e che oggi occupa un capannone industriale su due piani con annessi uffici in via Stalingrado 97/2 alla Dozza.
Dopo aver affrontato il tema di ridurre e raccogliere i rifiuti, dopo aver informato di come riciclare presso la stazione ecologica, anche loro esperienza illustra bene la regola del RIUSO ( v. anche Opera Padre Marella )

Da circa due anni è aperto il Mercato di Piazza Grande che dal martedì al sabato, dalle 9,30 alla 18,30 riceve, sistema e vende mobili, vestiti, biciclette, libri, tazzine, oggettistica e tutto quello che riempie le nostre case: il più fornito mercato di modernariato.
Negli stessi orari si possono portare tutti gli oggetti che non ci servono più e donarli.
Non solo, Piazza Grande, con l’attività di  Sgomberiamo aderisce al progetto “Cambia il finale”, un’idea promossa da Hera, per evitare che un bene ancora in buono stato diventi un rifiuto. Basta telefonare al numero  051 039 5825 e una squadra ben attrezzata sgombra appartamenti e cantine,  ritira da casa tutto quello che non ci serve più, compresi gli ingombranti, in cambio di una donazione. Continua a leggere

Riuso: all’Opera Padre Marella mobili e vestiti usati

chiesa_via_del_lavoro

“Quello che non usi può essere importante per altri”

In questa frase si condensa la filosofia dell’Opera Padre Marella, che in via del Lavoro 13 ospita sia la Chiesa che la sede centrale, 70 posti letto per i bisognosi e il magazzino/ mercato dell’usato. Vado a visitarlo in una mattina piovigginosa; tanti adetti, tanti volontari e clienti, tutti molto impegnati.

Giro per il magazzino: gli oggetti sono divisi per tipologia per cui in poco tempo ti fai un’idea, anche se gli oggetti sono veramente moltissimi. Molto ordine, tutto riposto per occupare meno spazio possibile e una persona a tua disposizione per rispondere alle richieste e spiegare le caratteristiche dell’oggetto e gli eventuali piccoli difetti.
Ci sono lavori in corso e questo essere in un cantiere accentua l’immagine di un luogo finalizzato a raccogliere cose necessarie e lontanissimo da ogni consumismo. Come è facile comprendere guardando il  sito la missione delle persone che operano qui è quella di raccogliere fondi per finanziare le opere contro la povertà ed anche la vendita è finalizzata a questo.

Continua a leggere