Poesie del premio letterario Guido Zucchi

Lo scorso 12 Novembre, presso il Teatro Duse si è svolto il Premio Letterario Guido Zucchi e tra le poesie finaliste c’erano quelle di due “Pilastrine“, che hanno ottenuto la pubblicazione sull’ antologia dedicata. Potete leggerle di seguito:

 

…..E NON CI SEI CHE TU

Triste è il tempo che scorre via

neanche una bussola orienta

sebbene, il baraccone si avvia lento,

verso l’azzurro mare,

il lungo trascorrere delle ore 

conteggia minuti che a dismisura scivola

nei fondali dell’imbrunire…..

E NON CI SEI CHE TU

ad abbracciare spalle sofferenti

serio, col tuo sguardo asciutto

a cucire il tempo che rimane

in uno spaccato spazio senza fine.

Rinvigorisce il pensare

a quanta devozione

l’immenso fragore 

è nascosto in noi 

e il rimpianto più grande

è non viverti pienamente.

L’orologio scandisce momenti

di assoluta beatitudine….. 

E NON CI SEI CHE TU

ad abbracciare spalle sofferenti.

                                                            Di Barbara Caporicci

 

Il Rumore del Silenzio

Dolce e violento il rumore del silenzio

quando voci remote e vecchi ricordi

riemergono dal mare dell’io …

E cerco tracce di Te in un libro mai scritto,

nel lieve fruscio di pagine sfogliate dal Tempo,

mentre rimango sospesa in un Silenzio

senza memoria e senza età.

                                                                   di Chloy Vlamidis