Occhio alle multe: è partita la “Campagna per il risveglio civico”!

“Campagna per il risveglio civico”, così si chiama la campagna partita a fine ottobre nel comune di Bologna ed annunciata dallo stesso Sindaco Virginio Merola. Il nome è bello ed accattivante, ma in che cosa consiste realmente?E’ una campagna di intensificazione dei controlli – e di conseguenza di verbali e multe– nei confronti

Dei cittadini che commettono alcune infrazioni molto comuni, effettuata dai vigili di Bologna.

Per esempio: parcheggio e sosta in doppia fila e uso del cellulare in auto; particolarmente “sotto tiro” saranno i ciclisti non regolari- ciclisti contromano o circolanti sotto i portici, ciclisti che non rispettano i semafori

Saranno poi multato chi abbandonare rifiuti ed immondezza fuori dai cassonetti o in luoghi impropri o sporchi la città.

Già ieri, 31 ottobre, diversi vigili urbani in borghese o su auto non di servizio sono stati operativi nel centro storico e le multe sono “fioccate”copiosamente.

Ciclisti, automobilisti, cittadini….cercate e cerchiamo di tenere un comportamento quanto mai ligio o virtuoso. Ci conviene in senso reale e fa bene alla città.

 

Testo di Ingrid Negroni

 

Pilastro? Gran bus ma la notte no

busNonostante il Pilastro sia considerato uno dei luoghi più lontani dal centro storico ha in realtà uno straordinario sistema di collegamenti con i mezzi pubblici unico a Bologna.
Quattro linee (14c, 20, 55 e 35) animano le vie di questa zona della città, rendendola un vero e proprio nodo di scambio, particolare importante per quello che è stato il suo sviluppo passato e futuro. Il capolinea del 20 e del 14 è poi diventato nel tempo un vero e proprio punto di riferimento e di ritrovo per chi vive al Pilastro, un luogo dove le centinaia di persone che abitano in questa zona si incrociano, si parlano, si scambiano informazioni e si conoscono.

Continua a leggere