Grandi emozioni per i 25 anni di poesia del Laboratorio di Parole

Bellissima serata, ricca di emozioni e suggestioni quella del primo incontro di “Venticinque anni di poesia” organizzato dal Laboratorio di Parole, per festeggiare il suo “primo quarto di secolo”, martedì 21 novembre al Centro Costarena.
I poeti si sono susseguiti sul palco, leggendo testi dedicati alla casa alcuni dei quali, tratti dal numero monografico di Parole (n.3) interamente dedicato a questo tema.

Continua a leggere

Annunci

Pilastro in versi: intervista a Jorge Tarducci

 

Qualche settimana fa abbiamo pubblicato due poesie di Jorge Tarducci, poeta del Laboratorio di Parole e attualmente membro anche del gruppo:  Poeti quasi per caso di Molinella.
Nato in argentina, Jorge vive in Italia dal 1991 dove ha fatto l’educatore. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni e collaborazioni con riviste letterarie e programmi radiofonici  soprattutto in Argentina, dove è stato co-fondatore del gruppo letterario Rueda Letteraria, a Venado Tuerto e ha collaborato, tra gli altri, con Pablo Miquet e Mirley Avalis. E’ attualmente membro del gruppo letterario Poeti Quasi Per Caso a Molinella e pubblica regolarmente sulla rivista Parole del laboratorio di Parole. Grazie  a lui e ad altri poeti del Laboratorio di parole, si stanno stabilendo interessanti contatti e collaborazioni tra questi due gruppi letterari.

Ma conosciamolo meglio….  Continua a leggere

“Perchè una poesia è bella?” : la lezione del Prof. Guido Armellini

Il Laboratorio di Parole quest’anno compie 25 anni e per aprire i festeggiamenti di questo importante anniversario, giovedì 16 marzo è stato invitato a tenere un interessante lezione-conferenza sulla poesia il prof. Guido Armellini, che è stato in un certo senso l’ispiratore del gruppo.

Il tema dell’incontro è stato: “Perché una poesia è bella?” Argomento molto complesso sotto molteplici aspetti ma anche molto interessante.

Continua a leggere

Poesie di…. Jorge Tarducci

 

 

CAREZZA SIDERALE

Di notte
le stelle non dormono,
vigilano sul nostro sonno
illuminano ai tiratardi,
accompagnano la nottata,
si vedono, e ci vedono
e si conferma
che l’infinito
ci manda luce,
attraverso di esse.

Di notte
le stelle non dormono
e si riuniscono puntualmente
dopo il tramonto;
di giorno si preparano,
e passato il crepuscolo
rinascono tutte,
folgoranti, luccicanti, incandescenti
come una seducente
carezza siderale.

23-11-13

Jorge Tarducci

Continua a leggere

Bambine del Pilastro: ritratti di donne

Le “ricette di donna” che state per leggere sono il prodotto di un’attività  del doposcuola estivo che si tiene presso la Biblioteca Spina .https://pilastro2016.wordpress.com/2017/01/28/doposcuola-alla-spina/

BUON 8 MARZO A TUTTE!

Ricetta di donna

 Una donna deve avere un fisico particolare: capelli corti, occhi azzurri. Deve truccarsi.
Deve avere l’amore dentro di sé.
Deve essere coraggiosa per battere gli uomini, perché loro si credono forti.
Alla fine, però, non importa, perché siamo tutti uguali. Belli o brutti, ciccioni o magri: è lo stesso, l’importante è stare tutti insieme.

Yacine Cisse, fine 3° anno della scuola primaria

 

Ricetta di donna

Per fare una donna ci vuole un cuore, un’anima che la controlli e la guidi.
Una donna ha bisogno di un fisico resistente e di buona volontà, se vuole vincere .
Una donna dev’essere felice delle sue qualità perché nessuno è perfetto.
Una donna deve essere rispettata, perché la donna ha i suoi diritti.

Ayshi Osman, fine 4° anno della scuola primaria


Continua a leggere