La scuola delle donne

20151216_105454_800x600

C’è uno spazio al Pilastro in cui le donne di origine migrante possono imparare l’italiano, incontrarsi e organizzare laboratori. Si chiama Scuola delle donne e ospita donne di diverse generazioni e provenienze, soprattutto dal Marocco e dal Kossovo. Ci sono anche ragazze che nel paese di origine erano iscritte all’università e una signora che vive in Italia da 11 anni e frequenta la scuola da pochi mesi, perché finora, quando c’era da parlare in italiano, per esempio con gli insegnanti dei figli, ci pensava il marito o erano i figli a fare da interpreti. La scuola di italiano è aperta lunedì, mercoledì e venerdì, di mattina, in via Panzini 1, nella sede dei Servizi educativo scolastici territoriali del Quartiere San Donato. Alcune donne frequentano contemporaneamente anche un corso di arabo al Centro interculturale Zonarelli, per imparare a scrivere nella loro lingua madre.

Alcune di loro spiegano che hanno deciso di imparare a scrivere in italiano anche per esprimersi meglio nella lingua che usano i loro figli per parlare fra loro. Poi ci sono necessità pratiche, come poter leggere e compilare i documenti.

//embeds.audioboom.com/boos/3969880-le-signore-della-scuola-delle-donne/embed/v4?eid=AQAAAO_6c1ZYkzwA

“Qui c’è un bel clima, ci divertiamo“, concordano l’insegnante e le allieve. La scuola delle donne fa parte del progetto Scuola di comunità: Territori che fanno scuola dell’Università di Bologna in collaborazione con i Servizi educativi del Quartiere San Donato ed è un’azione di sostegno alla genitorialità pensata specialmente per chi ha i figli che vanno a scuola nei dintorni o frequentano i centri educativi del Polo Panzini. Oltre alle occasioni spontanee di scambio e di incontro fra madri e figli, si cercherà di organizzarne altre, sempre puntando a far confrontare le generazioni. Per il resto tutto avviene naturalmente, come quando i ragazzini che frequentano il laboratorio di falegnameria hanno realizzato l’alfabeto latino con le lettere incise su tavolette di legno; o come quando le signore gli preparano la merenda e i bambini lasciano in bacheca i loro disegni.

Il lunedì oltre alla scuola di italiano c’è anche un corso di cucito in cui le donne si esercitano cucendo coperture di divani e cuscini del centro educativo, fanno i loro rammendi ed imparano a cucire abiti per sé e per i propri figli. E poi stanno progettando la loro prima gita scolastica, sono già d’accordo sulla meta, vorrebbero andare in campagna o in montagna, per evadere un po’ dalla vita cittadina.

Per informazioni sulla Scuola delle donne, si può telefonare al Sest San Donato c/o Poliambulatorio Pilastro, 051.2869011.

Annunci