In Fattoria e a Granarolo è ancora Carnevale !

Proprio così! Vi segnaliamo due eventi carnevaleschi a “casa nostra” per il prossimo fine settimana: sabato sera alla Fattoria con serata danzante e domenica per le stra de di Granarolo. Continua a leggere

Annunci

Mastro Pilastro al lavoro negli orti del Podere San Ludovico

 

Venerdì 26 gennaio gli orti del Podere di San Ludovico,  inaugurati lo scorso 15 ottobre e nati  dal recupero del terreno antistante il vecchio Casale di Via Fantoni 47, grazie allo sforzo congiunto di Quartiere San Donato-San Vitale, Caab, Agenzia di Sviluppo Nord Est, con la partecipazione dell’ Associazione Mastro Pilastro, sono ufficialmente passati alle cure degli ortisti.
Carmelo Bruno e Andrea Tagliatti, che la scorsa estate hanno collaborato con  la Co-operativa La Fraternità ai lavori di realizzazione dei 108 orti , sono i primi due soci di Mastro Pilastro, che insieme al neo socio Lucio Ferri, perito agrario esperto di agricoltura e orti, hanno cominciato a prendersi cura degli 8 Orti Urbani di Comunità affidati all’Associazione.

Continua a leggere

A.A.A. traduttore cercasi al Pilastro

 

L’anno nuovo comincia con belle novità per chi abita al Pilastro!

Alcuni abitanti del Pilastro infatti, grazie all’Associazione Mastro Pilastro, stanno lavorando a un progetto per la creazione di una mappa della zona, per valorizzare e far conoscere meglio sia ai Bolognesi stessi, sia ai turisti che verranno a Fico, le ricchezze e l’originalità di questo luogo.

La mappa, con la partecipazione di Coop Alleanza 3.0, è il primo passo di un progetto più complesso,  “Fotostorie pilastrine” in collaborazione con l’Agenzia di Sviluppo, che dovrebbe portare alla realizzazione di alcuni pannelli  fotografici, con immagini di ieri e di oggi, di alcuni luoghi chiave del Pilastro.

Continua a leggere

Il presepe della parrocchia del Pilastro fatto dai bambini

Il Pilastro si prepara a festeggiare il Natale, finestre e terrazze sono un turbinio di luci colorate.
Mi diverte sempre la sera fissare quelle lucine intermittenti che sembrano rincorrersi per arrivare non si sa dove, mi piacciono da morire e per un attimo ritorno bambina.
Natale è una festa per i bambini, lo diciamo sempre, ma non è vero!

Continua a leggere

Donne che imparano a leggere e scrivere

A piccoli gruppi, la mattina dopo aver accompagnato i bambini a scuola, alcune donne marocchine si ritrovano per imparare a leggere e a scrivere nei locali della Casa di Comunità di via Pirandello 24.
Sono giovani, ma analfabete; nel loro paese non hanno avuto la possibilità di imparare l’A B C. Parlano ormai bene italiano e sanno spiegarmi perché non posso fotografarle in viso ( la foto è stata annebbiata per rispetto della loro cultura).
La loro maestra con molta pazienza mi spiega le esigenze di attrezzature e, come per gli altri gruppi di Al Ghofrane che si sono associati a Mastro Pilastro, iniziamo a conoscerci partendo dalle esigenze più affrontabili, e a condividere alcune esperienze.

Per informazioni
Al Ghofrane  tel.      0510974185
alghofrane2007@live.it

Associazione Sopra i ponti

Continua a leggere

Fattoria di Masaniello: tutti insieme per fare un “pacco” alla camorra

 

Serata gustosa ma anche emozionante, quella di lunedì 4 dicembre alla Fattoria di Masaniello in occasione della cena sociale “Facciamo un pacco alla camorra.”
Come ha detto all’inizio della serata Michele Ammendola, responsabile del Ristorante Pizzeria : “Fare un pacco” nel gergo napoletano significa “rifilare delle fregature a qualcuno” e fare un pacco alla camorra significa restituire, almeno in parte, quelle “fregature” ricevute negli anni dalla criminalità organizzata, dalla malapolitica, dal malaffare, per restituire beni confiscati alla collettività, bellezza all’ambiente, valore alle tradizioni e dignità alle persone.”

Continua a leggere

E’ andata bene la raccolta fondi di Amnesty International

2449 euro, una cifra ragguardevole . Questo è quanto i volontari di Amnesty International sono riusciti a raccogliere grazie al mercatino dell’usato di cui vi abbiamo dato notizia.In tanti si sono adoperati per il successo di questa iniziativa, chi con l’organizzazione e chi portando oggetti da mettere in vendita.

E’  bello e serio  conoscere il frutto finale di questo impegno, ma ancor più lo è sapere che questi soldi saranno utilizzati da Emergency esclusivamente per la tutela dei diritti umani.

E poi, poichè in una “festa” così, per fortuna, non si butta via niente, gli oggetti rimasti invenduti sono stati donati a enti di beneficenza bolognese: “diversa-mente”; Opera Padre Marella e Suore Minime dell’Addolorata, presso il Circolo La Fattoria del Pilastro, ha ripetuto la sperimentata raccolta fondi grazie al mercatino dell’ usato, in cui si rimettevano in vendita gli oggetti liberamente donati dai partecipanti.