Lunedì 4 dicembre: facciamo un “pacco” alla camorra con la Fattoria di Masaniello

 

Lunedì 4 dicembre alle ore 20 venite a cenare alla Fattoria di Masaniello e potrete portare a casa un pacco ricco di prodotti sani, biologici e… di grande valore sociale.
La Fattoria di Masaniello, in collaborazione con il Comitato Io Lotto e il Circolo la Fattoria, infatti promuove la cena Facciamo un pacco alla camorra, progetto socio-culturale organizzato dal Comitato don Peppe e da Libera Associazione Nomi e Numeri contro le mafie, ed attuato dal Consorzio N.C.O. Nuova Cooperazione Organizzata.

Continua a leggere

Annunci

Grandi emozioni per i 25 anni di poesia del Laboratorio di Parole

Bellissima serata, ricca di emozioni e suggestioni quella del primo incontro di “Venticinque anni di poesia” organizzato dal Laboratorio di Parole, per festeggiare il suo “primo quarto di secolo”, martedì 21 novembre al Centro Costarena.
I poeti si sono susseguiti sul palco, leggendo testi dedicati alla casa alcuni dei quali, tratti dal numero monografico di Parole (n.3) interamente dedicato a questo tema.

Continua a leggere

Le mappe: forma di conoscenza del territorio

Ancora parliamo di mappe: VENERDì 24 NOVEMBRE alle ore 16,30 presso la BIBLIOTECA SPINA si terrà un seminario che parte dall’esperienza di studio al Pilastro per analizzare le periferie. Saranno presenti, come potete vedere nella locandina, studiosi ed esperti di differenti discipline: geografia, semiotica, urbanistica, grafica, sociologia e grafica. Continua a leggere

Reti di solidarietà: alla Fattoria una delegazione marocchina

Le cooperanti marocchine della Carovana Sud-Nord  saranno a Bologna presso il Circolo La Fattoria mercoledì 22 novembre dalle ore 10 alle ore 13. Questo incontro, organizzato insieme all’Associazione Al Ghofrane e Sopra i Ponti, e al Gruppo di Acquisto solidale  Alchemilla Gas  è una tappa del progetto di cooperazione “Economia solidale: distretto mediterraneo”, realizzato da GAO organismo non governativo di cooperazione allo sviluppo con finanziamento dell’otto per mille della Chiesa Valdese.

Conoscersi e rafforzare la cooperazione: Alchemilla GAS da anni acquista l’olio di argan delle cooperative marocchine e sono in corso valutazioni per avere forniture costanti nell’ambito del progetto Camilla, recentemente presentato al Pilastro. Nel corso della mattinata sarà presentata alla delegazione anche l’esperienza di Masaniello, ristorante e pizzeria etica, che utilizza i prodotti di Libera gestendo una cooperativa sociale di ristorazione nel rione più povero di Bologna. Porterà il saluto delle istituzioni bolognesi Simone Borsari Presidente del Quartiere S. Donato e S. Vitale.
Chi vorrà potrà acquistare i prodotti che la delegazione ha portato con sè che potete vedere nella foto.
Continua a leggere

Una mappa per scoprire i tesori di Bologna

mappa cultura bo 1Proprio così! E’ Online la mappa sulla densità culturale della città: un nuovo strumento interattivo che interseca trasformazioni sociali e urbanistiche. Per capire meglio di cosa si tratta e come si usa, vi riporto quanto ha detto l’Assessore comunale alla Cultura, Bruna Gambarelli, che il giorno 14 novembre ha tenuto un incontro illustrativo su questi temi alla Biblioteca Spina. Insieme a lei erano presenti: Elena Ferrari, la principale artefice della mappa e la futura responsabile della Biblioteca, Ilaria Bortolotti.

Continua a leggere

Al via il corso di italiano per stranieri alla Biblioteca L. Spina

 

Martedì 21 novembre riprende per il terzo anno consecutivo alla Biblioteca L. Spina, il corso di italiano per stranieri. Il corso si svolgerà ogni martedì e giovedì dalle 9.30 alle 12.

Il corso quest’anno è organizzato  dal CPIA (Centro per Istruzione Adulti) all’interno del progetto Fami (Futuro in corso) e ha dei requisiti particolari, come ci spiega Ilaria Bortolotti, che da gennaio sarà la nuova responsabile della Biblioteca L. Spina.

Continua a leggere

E’ andata bene la raccolta fondi di Amnesty International

2449 euro, una cifra ragguardevole . Questo è quanto i volontari di Amnesty International sono riusciti a raccogliere grazie al mercatino dell’usato di cui vi abbiamo dato notizia.In tanti si sono adoperati per il successo di questa iniziativa, chi con l’organizzazione e chi portando oggetti da mettere in vendita.

E’  bello e serio  conoscere il frutto finale di questo impegno, ma ancor più lo è sapere che questi soldi saranno utilizzati da Emergency esclusivamente per la tutela dei diritti umani.

E poi, poichè in una “festa” così, per fortuna, non si butta via niente, gli oggetti rimasti invenduti sono stati donati a enti di beneficenza bolognese: “diversa-mente”; Opera Padre Marella e Suore Minime dell’Addolorata, presso il Circolo La Fattoria del Pilastro, ha ripetuto la sperimentata raccolta fondi grazie al mercatino dell’ usato, in cui si rimettevano in vendita gli oggetti liberamente donati dai partecipanti.